Cerca
  • Simone Napolitano

Facebook aggiunge la programmazione per le storie e nuove opzioni per gli annunci

I manager dei social media si rallegrino.


Oggi, Facebook ha annunciato l'aggiunta di alcune nuove funzionalità per la sua piattaforma di gestione Business Suite, tra cui la pianificazione di Storie sia per Facebook che per Instagram, insieme a un nuovo processo di scoperta del business dal News Feed.


Inizieremo con il più grande - Facebook sta lanciando una nuova opzione in Business Suite, la sua più recente piattaforma di gestione aziendale, che consentirà agli utenti di comporre e programmare Facebook e IG Stories all'interno dell'elemento di pianificazione.


Come potete vedere qui, la nuova opzione vi permetterà di comporre le Storie all'interno dell'app, poi programmarle per andare in diretta sia su Facebook che su Instagram. I tuoi post programmati saranno poi visualizzati sul tuo calendario dei contenuti all'interno dell'app Business Suite.


Questa è la prima volta che Facebook ha offerto la programmazione delle Storie - in uno dei suoi altri strumenti di gestione, Creator Studio, è possibile pianificare i post di feed e video (IGTV) tra le due app, ma la programmazione delle Storie non è ancora un'opzione, che è stata a lungo una frustrazione per i social manager. Alcuni strumenti di terze parti offrono soluzioni per questo, ma la programmazione nativa potrebbe essere un significativo aggiornamento del processo, consentendo di tracciare meglio la vostra strategia di contenuti completa, utilizzando un unico strumento di calendario su Facebook e IG.


Come avrete anche notato in questo esempio, Facebook consentirà anche agli utenti di Business Suite di salvare i loro post su Facebook e Instagram come bozze, aggiungendo ancora più flessibilità di pianificazione per il vostro approccio alle Storie.


Dato l'uso crescente del formato Storie, più marche stanno logicamente cercando di incorporare il formato verticale più mobile-nativo nella loro strategia di sensibilizzazione, e come tale, ha senso per Facebook fornire più pianificazione agli strumenti per consentire alle marche di massimizzare il loro approccio Storie.


Anche se questo è stato anche un punto di discussione. L'ethos delle Storie è che sono meno raffinate, facilitando aggiornamenti reali, in-the-moment type, e ha un certo senso per tutto l'uso, anche da parte dei marchi, per allinearsi meglio con quell'approccio off-the-cuff, in contrasto con la costruzione di promozioni più lucide e lucidate.


Ma la flessibilità è la chiave, e mentre il formato delle Storie si è evoluto, il miglioramento degli strumenti di creazione digitale li ha inevitabilmente resi più professionali in entrambi i casi.


Come tale, la programmazione delle storie ora sembra una misura più logica. E sarà certamente più vantaggioso per i marketer.


Oltre a questo, Facebook sta cercando di aggiungere un nuovo elemento di scoperta del business, attraverso le raccomandazioni delle pagine correlate sotto i post nel News Feed.


Come si può vedere qui, il nuovo processo metterà in evidenza i contenuti correlati dalle Pagine Facebook sotto i post quando gli utenti si prendono il tempo di controllare (o passare il mouse sopra) alcuni aggiornamenti all'interno del loro feed. Questo sarà poi in grado di persone di toccare su un nuovo, dedicato elenco di feed di immagini da queste Pagine che possono essere simili ai loro interessi.


Facebook ha cercato di lavorare con raccomandazioni basate su argomenti nel News Feed per anni, anche testando elenchi separati, allineati per argomento nel News Feed ad un certo punto. Questo nuovo approccio è leggermente diverso, in quanto si concentra sulla scoperta del business, ed è più legato, in questo senso, alla più ampia spinta eCommerce di Facebook tramite Shops e altri strumenti.


Facebook dice che le nuove raccomandazioni appariranno sotto i post del feed relativi ad argomenti come la bellezza, il fitness e l'abbigliamento, così come i ristoranti, consentendo agli utenti di esplorare i contenuti delle aziende correlate.


Le raccomandazioni sono state testate con un piccolo gruppo di utenti in questa fase.


Oltre a questo, Facebook sta anche lanciando alcune nuove opzioni di annunci, tra cui:


Un nuovo obiettivo 'Conversion Leads' per i Lead Ads, che consentirà agli inserzionisti di ottimizzare per i lead con maggiori probabilità di conversione, rispetto al puro volume. Questo potrebbe rendere gli annunci Lead più preziosi dal punto di vista funzionale, invece di andare per la portata.

L'opzione di convertire i moduli dei Lead ads in modelli di Messenger per seguire i lead

Nuovi 'Call Ads', che consentiranno agli inserzionisti di visualizzare un pulsante CTA 'Call Now' nei loro annunci


Questo non funzionerà per i Millennials, che notoriamente non amano le telefonate, ma fornirà più capacità di connettersi e sollecitare il contatto diretto dalle tue promozioni su Facebook.


Queste sono alcune aggiunte buone e preziose, che avranno implicazioni significative per molti marchi. Aggiungerà sicuramente alle vostre opzioni di pianificazione - e senza dubbio ci sarà una nuova corsa degli utenti che passano a Business Suite, rispetto agli altri strumenti di pianificazione di Facebook, al fine di capitalizzare la nuova capacità di pianificazione delle Storie.




2 visualizzazioni0 commenti