Cerca
  • Simone Napolitano

Perché la UGC relativa agli acquisti è il futuro delle esperienze di eCommerce

I marchi di oggi hanno iniziato a distogliere l'attenzione da se stessi e a concentrarsi sui loro clienti fedeli, dipendenti e fan del marchio, lasciando che i contenuti creati da questi gruppi alimentino sempre più le loro attività di marketing.


Perché?


I contenuti generati dagli utenti (UGC) sono stati stabiliti come alcuni dei contenuti più coinvolgenti là fuori. Alla gente piace perché proviene da persone reali, è autentico, è più relazionabile rispetto ai contenuti di marca elaborati, e la lista continua.


Sempre più spesso, i marchi stanno capitalizzando su questa strategia di contenuto, presentando UGC nei loro feed sociali, sui loro siti web, nelle pubblicità e nelle e-mail.


Considerate queste statistiche:


Il 70% dei consumatori si fida di UGC più dei contenuti di marca

Il 79% delle persone dice che UGC ha un forte impatto sulle loro decisioni di acquisto

I clienti sono 6 volte più propensi ad acquistare un prodotto se la pagina include immagini dai social media

Quando si guarda al mondo in rapida crescita dello shopping online, le linee hanno cominciato a confondersi tra contenuto e commercio. I negozi online stanno sempre più alimentando i contenuti dai social media nei loro siti web, mentre i canali dei social media lanciano funzioni avanzate per i marchi per creare negozi eCommerce completamente funzionanti in-app.


Mentre la concorrenza nell'eCommerce è più feroce che mai, i marchi hanno ampia libertà in questo momento di sperimentare e scoprire cosa coinvolge maggiormente i consumatori.


E poiché le esperienze online si evolvono rapidamente, è un'opportunità per provare qualcosa di nuovo per rimanere davanti ai concorrenti.


Entrare nel contenuto shoppable


I marchi di eCommerce in grado di fornire il percorso migliore e senza soluzione di continuità per l'acquisto saranno inevitabilmente quelli che vedranno il più alto coinvolgimento e le vendite. Questo è il motivo per cui i marchi stanno cercando di creare opportunità di acquisto ovunque possano, il che include rendere i contenuti (immagini, video, blog, ecc.) sempre più shoppabili.


Le esperienze di contenuto shoppable possono eliminare i passaggi nel tradizionale percorso dell'acquirente, riducendo le possibilità che i potenziali acquirenti cadano nel loro percorso di acquisto.


Nel migliore dei casi, i contenuti shoppabili assicurano che i consumatori siano solo uno o due clic di distanza per ottenere il prodotto che desiderano quando l'ispirazione li colpisce. È lo shopping online reso veloce, facile, senza soluzione di continuità e coinvolgente.


Fate un ulteriore passo avanti, e cominciamo a vedere le aziende capitalizzare il crescente trend di UGC rendendo shoppable le immagini di persone reali che usano o indossano i loro prodotti.


Perché Shoppable UGC è il futuro dell'e-commerce


Un recente rapporto di DemandGen ha rivelato che un enorme 91% degli acquirenti preferisce contenuti visivi e interattivi rispetto ai formati tradizionali.


Fornire contenuti visivi convincenti, che i consumatori non solo vogliono vedere di più, ma sono anche più propensi a impegnarsi, è fondamentale per il successo dell'eCommerce. Questo è il motivo per cui UGC è la prossima frontiera dei contenuti acquistabili.


Negli ultimi due decenni, l'interesse dei consumatori per i contenuti di marca eleganti e prodotti professionalmente è diminuito, mentre la popolarità dei contenuti reali e senza fronzoli sui social media è cresciuta.


Oggi, le persone non solo consumano ma creano anche il contenuto che desiderano dai marchi - infatti, la maggioranza dei consumatori (56%) ha detto che le foto e i video generati dagli utenti sono il contenuto che più desiderano vedere dai marchi.


UGC è l'unico tipo di contenuto che può fornire la prova sociale visiva che gli acquirenti online cercano. I consumatori non possono sperimentare fisicamente un articolo prima di acquistarlo online, quindi la cosa migliore è un'immagine autentica che possa fornire una visione di come appare un prodotto in scenari reali.


Dato che gli acquirenti online vogliono esperienze più interattive, è naturale che il contenuto più influente non siano le foto perfette dei prodotti, ma le immagini realistiche generate dagli utenti da clienti autentici.


Andare oltre il commercio sociale


Poiché sempre più consumatori si rivolgono all'eCommerce per soddisfare le loro esigenze di shopping, le piattaforme di social media stanno approfittando di questa domanda. I social network stanno investendo sempre più in funzioni che permettono di commercializzare i contenuti.


La capacità dei marchi di promuovere e vendere prodotti attraverso i social media si chiama social commerce, ed è uno strumento enormemente potente a disposizione dei marketer moderni.


Ma è solo un lato della medaglia del social shopping.


Mentre la prova sociale shoppable ha dimostrato di essere di grande impatto nell'aiutare i rivenditori a raggiungere gli acquirenti sui social network, il valore dei contenuti generati dagli utenti può (e dovrebbe) estendersi ben oltre i canali sociali. Estendere i contenuti shoppable oltre le piattaforme di terze parti come i social network, e sui canali di proprietà come le homepage, le pagine dei prodotti, le e-mail e altro ancora, può aiutare i marketer a creare esperienze omnichannel più coerenti e coinvolgenti, che consentono alle persone di acquistare, indipendentemente dal punto in cui si trovano nel loro customer journey.


Esperienze Shoppable UGC di Lush Cosmetics


Un grande esempio di un marchio che usa shoppable UGC oltre i social media è Lush Cosmetics.


Lush ha presentato UGC acquistabili dai clienti sulla loro homepage e sulle pagine dei prodotti, portando i visitatori direttamente dall'ispirazione visiva alle pagine di acquisto pertinenti. In un solo mese, quella sezione della loro homepage ha avuto 1 milione di impressioni - un aumento del 333% dal contenuto di marca nella loro homepage gallery.


Inoltre, il 2% dei visitatori ha compiuto un'azione sul loro Stackla-powered UGC dopo essere stato presentato con un pulsante "Shop Now".


Come ha spiegato Sabine Schwirtz, un ex Community Manager di LUSH:


"Abbiamo scoperto che non solo le persone stanno creando contenuti sui prodotti che gli piacciono, ma sono rapidamente convinte e stanno prendendo decisioni di acquisto basate su UGC di altre persone".


Il progetto sottolinea il potere dell'UGC all'interno del più ampio viaggio dell'eCommerce.


Conclusione


In un momento in cui la competizione digitale non è mai stata così grande, iniettare immagini generabili dagli utenti in ogni touchpoint del cliente può aiutare i marchi a sfondare in un mercato rumoroso, fornendo contenuti autentici e fruibili ai consumatori distratti.


Inoltre, l'abbondanza di queste immagini liberamente disponibili ha il potenziale per abbassare i costi dei contenuti, mentre risolve anche una delle più grandi sfide di contenuto che affliggono i marketer oggi: produrre abbastanza immagini ad un ritmo abbastanza veloce per tenere il passo con le esigenze del marketing moderno.


Fare dell'UGC il punto focale del vostro contenuto acquistabile può aiutare il vostro marchio a creare connessioni più significative con il pubblico. Porta un maggiore livello di rilevanza, inclusività e personalizzazione per le persone che sono alla ricerca di esperienze di shopping autentiche e porta la realtà online - portandole efficacemente dal punto di ispirazione al punto di acquisto.




0 visualizzazioni0 commenti